Protesta degli attivisti: sospesi gli Internazionali di tennis al Foro Italico

Ennesima clamorosa dimostrazione di disobbedienza da parte di alcuni attivisti di “Ultima generazione” che sono riusciti a fare irruzione sui campi in terra battuta dove si sta volgendo il torneo di Roma

Questa volta sono scesi davvero in campo. Alcuni ragazzi, appartenenti al gruppo ambientalista, sono riusciti a eludere la sorveglianza e ad entrare letteralmente sul terreno di gioco interrompendo di fatto le partite in corso, gettando della vernice bianca sul terreno e lanciando coriandoli. Poi si sono seduti in segno di sfida davanti alla rete di gioco che separa le due metà del campo da tennis.

Il campo Nicola Pietrangeli teatro della protesta – Romacityrumors.it –

 

Le proteste di questo noto gruppo ambientalista negli ultimi tempi si stanno moltiplicando a Roma. I motivi sono chiari, secondo il loro punto di vista, l’emergenza climatica è diventata seria, nell’indifferenza del mondo e dei governi e non c’è più tempo da perdere. Le loro azioni hanno più volte bloccato il traffico nella Capitale, creando innumerevoli disagi e le veementi proteste dei cittadini.

Fermato il torneo

Clamoroso al Foro Italico di Roma, gli Internazionali di tennis, in corso di svolgimento sui campi in terra battuta dell’impianto a due passi dallo stadio Olimpico, sono stati bloccati nello svolgimento degli incontri dalla protesta di un gruppo di ambientalisti, che ha fatto irruzione sul terreno di gioco durante le partite, impedendo di fatto la prosecuzione dei match. In particolare la partita sul campo “Nicola Pietrangeli” tra la statunitense Madison Keys e la romena Sorana Cirstea è stata interrotta sul punteggio di 6-2 3-1 per l’americana, con le giocatrici costrette a rientrare negli spogliatoi. Tre gli ambientalisti di Ultima Generazione che hanno messo in atto la clamorosa protesta, uno di loro ha fatto invasione di campo lanciando della vernice bianca sulla terra rossa, costringendo così allo stop la partita. Immediatamente è stato poi accerchiato, controllato e portato via dalle forze dell’ordine. Gli altri due, invece, si sono “incollati” il piede sul marmo dei gradoni dello stadio per diversi minuti, estremo gesto oramai ben conosciuto dalle forze dell’ordine, fino a quando anche loro sono stati portati via a forza tra la rabbia degli spettatori, infuriati per la sospensione prolungata della partita.

I motivi della protesta

Nel frattempo altri due attivisti sono apparsi su un campo secondario, il numero 12 del Foro Italico. Dopo aver fatto irruzione a loro volta sul terreno di gioco, i due si sono legati alla rete del campo prima di essere anche loro fermati dalla polizia presente sul posto. Sono in tutto nove gli attivisti fermati per le proteste all’interno dell’impianto da tennis dove si sta svolgendo il famoso torneo. I motivi delle clamorose azioni restano le stesse, l’emergenza climatica che si è fatta sempre più pressante per il mondo intero. La richiesta degli ambientalisti di Ultima Generazione, infatti, è quella di un fondo riparazione per le catastrofi climatiche.

Impostazioni privacy