Al Sindaco Gualtieri minacce social choc: “Metti il giubbotto antiproiettile”

Durante una delle solite dirette social del primo cittadino della Capitale, questa volta dal quartiere di Tor Bella Monaca per un progetto di riqualificazione, sono apparsi dei messaggi intimidatori

Il sindaco di Roma Roberto Gualtieri è stato oggetto di pesanti minacce online in risposta a un proprio post sulla popolare piattaforma cinese di TikTok mentre documentava la sua visita a Tor Bella Monaca, uno dei quartieri più complicati della Capitale dove, nelle ultime settimane, sono stati fatti importanti sforzi da parte della Giunta capitolina per promuovere progetti di rigenerazione urbana nell’area da troppo tempo sotto scacco di bande di malintenzionati.

Il sindaco di Roma Roberto Gualtieri – Romacityrumors.it –

 

Il primo cittadino della Capitale è da sempre molto attivo sui social network, sia attraverso il suo profilo ufficiale sia utilizzando quello del Comune di Roma. Ha scelto la via molto al passo con i tempi dei post social per comunicare, praticamente in tempo reale, nuove iniziative, inaugurazioni o lo stato avanzamento lavori dei vari cantieri che in questo periodo sono sorti un po’ ovunque in tutti i quartieri della città.

Minaccia scioccante

Una vera e propria esplicita minaccia sotto un post del sindaco di Roma Roberto Gualtieri, mentre raccontava di una sua visita a Tor Bella Monaca per progetti di rigenerazione urbana, in uno dei quartieri più difficili e problematiche della città. Molto attivo sui social, utilizzati per comunicare nella maniera più diretta possibile ai cittadini, questa volta Gualtieri, che indossava il classico giubbotto arancione d’ordinanza previsto all’interno dei cantieri, stava parlando a una diretta su Tik tok, uno dei più popolari social molto in voga al momento, quando è apparso un commento molto intimidatorio. “Metti il giubbotto anti proiettile”, questo il commento che prendeva appunto spunto dal giubbotto indossato in quel momento dal sindaco.

@robertogualtieriofficial

A #TorBellaMonaca possiamo finalmente realizzare una promessa di riscatto disattesa da troppo tempo. Renderemo questo territorio più bello e vivibile attraverso una straordinaria opera di rilancio con un vero e proprio nuovo modello di rigenerazioneurbana. Tra interventi di #riqualificazione edilizia, sul verde pubblico, sulla mobilità, sulle iniziative sociali e culturali, agiremo concretamente per migliorare la qualità della vita di un intero quadrante, creando socialità, nuove opportunità e ricucendo le fratture tra territori.

♬ Epic Music(863502) – Draganov89

La replica del sindaco

Il sindaco ha prontamente reagito, dichiarando di aver denunciato il commento e ribadendo la sua determinazione nel non accettare intimidazioni da nessuno. Gualtieri ha anche sottolineato che a Tor Bella Monaca si continua a lavorare per promuovere la legalità e la riqualificazione del territorio. “Ho provveduto a denunciare questo commento. Non accetto intimidazioni da parte di nessuno. A Tor Bella Monaca andiamo avanti per la legalità e la riqualificazione, con il supporto dei tantissimi cittadini onesti”, ha replicato il primo cittadino.

Il post minaccioso – Romacityrumors.it –

 

Il post del sindaco che ha generato la minaccia riguarda una visita fatta da Gualtieri nel quartiere periferico di Tor Bella Monaca, oggetto di un intenso piano di riqualificazione. Come si vede nel video social, al momento sono state bonificate 600 cantine abusive, occupate da persone che volevano abitarci dentro in maniera illegale.

Impostazioni privacy