Home Empatia e Comunicazione Amaze.italia: come una pagina Instagram al femminile racconta la Comunicazione Empatica

Amaze.italia: come una pagina Instagram al femminile racconta la Comunicazione Empatica

293
0

La comunicazione empatica significa prima di tutto guardarsi nel profondo, scoprire e far rinascere i propri bisogni, le proprie aspirazioni, superare le proprie paure per esprimere qualcosa di più profondo.

In una generalizzazione sociologica possiamo affermare che, nella nostra cultura, le donne sono state poco incoraggiate a contattare i propri bisogni, più incoraggiate a farsi carico di quelli degli altri, con la conseguenza di non sapere riconoscere le proprie aspirazioni e non darsi lo spazio e il permesso di esprimersi, di lavorare ai propri sogni, alla propria carriera, a osare, ad autodeterminarsi. Ho pensato allora ad un blog visuale che esprimesse tutto il processo empatico, declinato al femminile, attraverso la leggerezza delle immagini e i colori delle donne.

È nata così Amaze.italia. Racconta storie di donne che hanno scelto strade non sempre battute e si sono prese la responsabilità di seguire il proprio istinto, di osservare i propri bisogni e farne un capolavoro, attraverso un’attività appassionante, in solitaria o con altre donne, dimostrando quanto la condivisione di valori possa portare lontano.

L’obiettivo è motivare altre persone, altre ragazze e donne a intraprendere la strada dei propri sogni senza timore di non farcela, puntando su eccellenza, sulla valutazione del proprio “fare”, invece che sui pregiudizi legati all’”essere”, o al “dover essere”.

Amaze racconta il sogno, il valore, l’intenzione, la passione e i bisogni che ci guidano nel quotidiano, quello che ci fa svegliare al mattino con l’energia e un senso di potere determinati dalla consapevolezza, dalla passione e della forza di volontà.  E lo fa attraverso 3 spazi: una immagine della donna o del gruppo di lavoro al femminile; una frase che le rappresenta, una frase mantrica motivante, qualcosa che le ricorda in qualche modo quello che fanno e perché lo fanno; una o più foto dell’attività e del prodotto, in modo da mostrare il proprio “fare”.

Ho conosciuto, anche solo via web, tutte le donne che hanno partecipato alla pagina, ho parlato con loro, le ho invitate a vedersi ed esprimersi. Spesso si sono scontrate con il pregiudizio che raccontarsi significhi raccontare il proprio successo, i propri risultati. In questa narrazione visuale ho voluto invece stare sul processo, empatico, in quanto connesso al proprio sentire più profondo, sul percorso, e non sull’arrivo.

Il simbolo e logo di Amaze è una ragazza apparentemente schiva, che vuole simboleggiare la concentrazione di chi si dedica ai suoi progetti, con uno scudo per proteggersi e saper mettere confini, che significa sape dire di no a volte, per dire di sì ai propri bisogni, e una lancia in mano, che in realtà è uno strumento di scrittura, a simboleggiare che l’arma più lungimirante è sempre la cultura, l’apprendimento, la conoscenza e l’imparare.

Vi racconterò in questa rubrica una per una ogni storia, in un viaggio tra emozioni, sogni e motivazione, con storie incredibili e ordinarie, passioni comuni che diventano grandi progetti, realtà problematiche trasformate in opportunità!

Potete visitare la pagina Instagram al link di seguito: Amaze.italia
Potete inoltre candidarvi e raccontare la vostra storia inviando una mail a: amaze.italia@gmail.com

Dott.ssa Elisa Chiarotto
Visita il mio sito comunicaremindful.it
e i miei profili social FacebookInstagram