Home Dress for Success Rome NET Ognuno si veste della propria unicità: incontriamo la scuola che forma le...

Ognuno si veste della propria unicità: incontriamo la scuola che forma le consulenti d’immagine per Dress for Success Rome

0

Dress for Success porta già nel proprio nome la presenza e la funzione dell’abito, mezzo espressivo di ogni donna alle prese con il cambiamento professionale e, spesso, di vita. Della gestione dell’immagine personale e della sua importanza parliamo con Valeria Viero, fondatrice di ESR Italia – Ecole Supérieure de Relooking – sede italiana della scuola francese prima in Europa per la consulenza d’immagine, che condivide gli obiettivi di Dress for Success Rome.

Ciao Valeria, innanzitutto, raccontaci cosa ti ha portato a questa professione

Ho trascorso l’infanzia all’interno del salone di bellezza dei miei genitori e questo è stato sicuramente un imprinting importante. Appassionata da sempre di make-up, da giovanissima acquistai un corposo libro incentrato sui cambiamenti apportati dal trucco. Sfogliando una pagina dopo l’altra, anche a distanza di qualche tempo, ho capito che quello che mi affascinava veramente non era l’impatto del maquillage in sé, ma qualcosa con radici più profonde: l’intero processo di trasformazione della persona, che lasciava emergere, esaltandole, caratteristiche uniche per ogni volto, una ‘storia’ ogni volta irripetibile. Dopo questo colpo di fulmine, ho seguito studi di economia politica e un’altra strada professionale, ma quando la mia passione è tornata prepotente, ho optato per il percorso offerto dall’ ESR – Ecole Supérieure de Relooking e mi sono trasferita a Parigi.

Perché proprio l’ESR?

Quando ho deciso di investire e formarmi per diventare una consulente in comunicazione per la valorizzazione dell’immagine, desideravo un vero e proprio percorso diplomante, cosa che oltre dieci anni fa mancava in Italia. Volevo una formazione di ampio spettro, proprio quella che ho trovato nell’ambiente francese e che poi ho deciso di portare a Milano, appena ho conquistato i miei obiettivi. Chi crede che la consulenza d’immagine sia semplicemente la sorella minore della moda, alimenta uno stupido pregiudizio. Se una buona dose di gusto, sensibilità ed empatia sono fondamentali per svolgere questo lavoro, occorrono strumenti di analisi in ambito cromatico, morfologico, ma anche aziendale, economico e comunicativo, oltre a basi teoriche/pratiche che partono dai pilastri del coaching e che ci allineano alla mission di Dress for Success, con cui abbiamo voluto unire le forze.

Qual è l’offerta formativa di ESR Italia?

Diverse sono le tipologie di corso, cui si può accedere quando già in possesso di un diploma di scuola superiore.

Il più esaustivo è sicuramente il Corso diplomante in consulenza d’immagine, al termine del quale si ottiene un diploma europeo EQF6. Si può assistere sia in presenza che da remoto, soluzione che l’ESR ha adottato da anni, motivo per cui la pandemia non ci ha trovato affatto impreparati. Rispetto al rapporto in presenza – e questo vale sia per gli allievi che per la clientela – abbiamo addirittura notato che quello a distanza spinge la persona a una modalità di approccio più attiva e più consapevole, spesso contribuendo a una maggiore elaborazione e assimilazione di quanto proposto, in termini di risultati finali. Non manca un ricco percorso per diventare personal shopper, per approfondire la Psicologia dell’immagine, ma anche moduli didattici singoli con cui completare un sistema di crediti formativi del tutto personalizzabile.

Cosa vuol dire una consulenza d’immagine per le beneficiarie di Dress for Success Rome?

Ogni donna seguita da Dress for Success Rome e, a fine orientamento, da ESR Italia, riceve a tutti gli effetti dalle nostre consulenti il medesimo trattamento destinato ai privati. Se la consulenza in ambito pubblico e aziendale viene richiesta da società o enti che vogliono veicolare i valori aziendali secondo determinate linee guida, l’approccio che coinvolge donne che stanno per riaffacciarsi al mondo del lavoro è differente. In linea con l’orientamento professionale, anche in questo caso l’atteggiamento adottato è fondato sulla relazione con l’altro, non giudicante, accogliente e finalizzato alla valorizzazione di caratteristiche del tutto personali. Diversamente da ciò che si può pensare, un incontro di questo tipo non mira a un effetto ‘boom’, che rischierebbe solo di rendere una donna irriconoscibile ai suoi stessi occhi; si punta a piccoli, fondamentali  accorgimenti che si traducono in nuove, piacevoli abitudini da scoprire o riscoprire per se stesse e che potranno sostenere punti di forza nella comunicazione con gli altri. Un colore mai azzardato, un accessorio al punto giusto, segnano spesso il primo atto di un investimento a lungo termine sulla propria immagine, di pari passo con la trasformazione interiore sollecitata dal percorso di orientamento e che ogni donna deve imparare a coltivare il più a lungo possibile. Perché la bellezza è una condizione del tutto personale, che coincide con la riscoperta della propria identità, diversa per ciascuno, anzi, direi unica.