Home Dress for Success Rome NET Dress for Success Rome: insieme a Salute Cognitiva – ViverSi APS, per...

Dress for Success Rome: insieme a Salute Cognitiva – ViverSi APS, per parlare di scrittura creativa

0

Giovedì 26 febbraio, nel seminario online “Che personaggio sei? Raccontarsi in modo efficace per un colloquio di successo”, realizzato da Dress for Success Rome in collaborazione con Salute Cognitiva – ViverSi APS, si è discusso dell’utilizzo della scrittura creativa per parlare di sé in modo appassionante. Rocco Ruggiero, cofondatore dell’associazione, scrittore, autore del romanzo “Quando il mare ritorna” (editore ELI Palombi) e insegnante di scrittura creativa, ha fornito interessanti risposte alle nostre domande.

Dott. Ruggiero, di cosa si occupa Salute Cognitiva – VirverSi APS?

Salute Cognitiva – ViverSi APS è un’Associazione di Promozione Sociale nata da poco più di un anno grazie all’iniziativa di Virginia Amici, alla quale io ho immediatamente aderito insieme a un team di professionisti dalle diverse competenze. Le proposte di questo progetto hanno la finalità di inserire, nella vita quotidiana, attività semplici ma utili all’incremento della Riserva Cognitiva. La Riserva Cognitiva è la facoltà della mente umana che consente di vivere un’esistenza intensa e positiva, a prescindere dal trascorrere del tempo, cui si attribuisce un nuovo senso. Alimentare questa facoltà aiuta ad affrontare importanti cambiamenti di vita in modo attivo, anziché sconfortante e passivo. Un esempio banale, ma eloquente, è quello dell’arrivo all’età pensionistica: per molte persone diventa l’inizio del baratro, della perdita della parte attiva della propria esistenza e di molti interessi, ma, in realtà, può coincidere con l’inizio di una fase molto serena e produttiva se si impara a mantenere proprio una Riserva Cognitiva piena. Essa comprende tutto quel patrimonio di esperienze, relazioni, vissuti che ci rendono elastici, curiosi, duttili, flessibili, in armonia con i nostri sensi e la nostra interiorità, e che, attraverso lo svolgimento di determinate azioni – secondo studi condotti dalla Harvard Medical School – può restare equilibrata.

Quali sono le azioni che possono aiutare ad arricchire la Riserva Cognitiva?

Si tratta di azioni molto semplici, che possono coincidere anche con l’assunzione di nuove, piccole e sane abitudini. Attraverso studi condotti sull’Alzheimer e sulla sua prevenzione, è stato scientificamente provato che avere buone relazioni affettive e sociali, dare la giusta importanza al sonno, alla modalità di alimentarsi, ma anche al come mantenere in esercizio il proprio corpo e la propria mente, costituisce la strada giusta da percorrere per mantenere ottimale il livello della Riserva Cognitiva e il proprio benessere psicofisico. Tra gli strumenti utili a coltivare questa facoltà, la Scrittura Creativa ha un ruolo importantissimo.

Di cosa parliamo esattamente, quando parliamo di Scrittura Creativa?

La Scrittura Creativa è quell’insieme di regole tecniche (più nell’apparenza che nella sostanza) che ci aiuta a raccontare in modo efficace, a costruire una comunicazione che dica al meglio ciò che vogliamo dire e che ci rappresenti nella maniera più vera e complessa, attraverso una relazione che riesca a cogliere la complessità e la ricchezza della realtà. Tramite queste regole si svolge tutta una serie di operazioni mentali molto interessanti: si lavora sulla memoria, sulla rappresentazione del proprio passato, sulla voglia di condividere le emozioni vissute, ma anche sul piano del narcisismo e su come si è proiettati su se stessi. Si riflette, per esempio, sulle forme verbali, facendo emergere come, spesso, l’adozione della forma passiva o di quella attiva coincida con i propri atteggiamenti personali “attivi” e “passivi”. Inoltre, la Scrittura Creativa fa vedere le storie, in modo da percepire la realtà in modo molto più ricco. Essere in grado di leggere le storie, vuol dire essere capaci di leggere il mondo, adottando anche nuove prospettive in cui ritrovarsi. Apprendere una serie di regole e la modalità del loro funzionamento (cosa, tra l’altro, piuttosto semplice), aiuta nel comprendere le relazioni tra le cose del mondo e la loro complessità.

Viviamo letteralmente immersi nelle storie. Perché ne abbiamo così bisogno?

Perché è il modo in cui funziona la nostra mente. È la modalità che la mente umana possiede per comprendere il mondo. Essa opera attraverso la narrazione, che ci permette di antropomorfizzare tutto ciò che rientra nella nostra esperienza, e lo facciamo da sempre, fin dall’antichità. Il poema dell’Odissea, per esempio, con i suoi archetipi, ha una struttura che si ritrova anche nelle narrazioni di oggi. Senza narrazione non si riesce nemmeno a pensare il mondo. Le storie, che siano lette o scritte, raccontano fatti legati da connessioni. Che esse siano reali o immaginarie, ai fini della comprensione è del tutto irrilevante. Bisogna avere le parole e utilizzarle, in maniera più o meno efficace, e ricordare che l’uso delle parole è fortissimamente legato alle emozioni, determina la propria visione del mondo. Grazie alla Scrittura Creativa si vedono i fatti e si percepisce la loro connessione, non solo per quanto riguarda gli altri, ma anche riguardo a se stessi. Una storia non è mai in una sola direzione e non è mai ferma nel tempo; la stessa storia, vissuta a distanza di tempo, acquista nuovo valore e nuovo significato, poiché l’esperienza arricchisce la sua complessità e la nostra modalità di vederla.

Perché praticare la Scrittura Creativa può aiutare anche nell’affrontare un colloquio di lavoro?

Perché permette di descriversi, di raccontarsi in un modo efficace e che crea condivisione. Perché sia efficace, però, è fondamentale riuscire a far sentire all’altro lo spessore della nostra vita e della nostra personalità. Spesso, il fascino personale sta proprio in ciò che noi riteniamo debolezze, ma che, paradossalmente, diventano qualità importanti per fornire la nostra immagine autentica. Nell’individuare questa immagine può essere molto utile pensarsi, oltre che come persone, anche come personaggi di una storia. I personaggi delle storie hanno determinate caratteristiche: devono possedere una complessità, una statura, una difettosità e devono volere fortemente qualcosa. Le storie, a loro volta, hanno tutte una struttura che comprende la premessa tematica, l’incipit, il climax e l’epilogo. Nella loro universalità, ci permettono di rivedere e conoscere noi stessi. Cercare di capire le nostre complessità, le nostre contraddizioni, in che cosa siamo grandi (che può benissimo coincidere con il non riuscire a essere affatto grandi), significa darci gli elementi di una comunicazione efficace perché emotiva. Quando ci osserviamo cercando di vedere noi stessi, siamo più forti e anche più percepiti, perché siamo proprio noi che ci percepiamo meglio, rinunciando a un atteggiamento giudicante, a favore di uno più accogliente e comprensivo. Diventiamo più seducenti, nel senso letterale del termine, ed entriamo in relazione emotiva con l’altro, pur rimanendo fedeli a un principio di realtà. Leggere racconti e romanzi può essere un esercizio utilissimo con cui scovare le regole ricorrenti per narrare anche di noi; allo stesso modo, scrivere può essere un modo piacevole per condividere ciò che si è.

La Scrittura Creativa ha un impatto diverso su uomini e donne?

Tutto questo ragionamento, sicuramente nelle donne ha una valenza in più. Spesso loro non hanno una consapevolezza profonda della propria complessità e, quando hanno posti di comando, tendono ad assumere un atteggiamento maschile “senza testosterone”. In un percorso dedicato all’ empowerment, la Scrittura Creativa può essere davvero un potente strumento di conoscenza.

Che sensazione ha percepito dalle partecipanti di Dress for Success Rome?

Ho avuto la netta impressione che hanno davvero molto da dire. Sarebbe un piacere realizzare un percorso apposito. Tra l’altro, proprio in questo periodo, mi sto dedicando a un approfondimento sulle figure femminili dell’Odissea, dalle quali cui si potrebbero trarre spunti interessanti. Inoltre, è in partenza un nuovo corso di tre incontri al quale chiunque può partecipare. Chiunque sia interessato, può contattarci alla mail community@salutecognitiva.it. Avrà sicuramente l’occasione perfetta per riscrivere la propria storia!