Home Cronaca Roma Donna scomparsa nel nulla: trovata il giorno successivo nel Tevere

Donna scomparsa nel nulla: trovata il giorno successivo nel Tevere

0

Era scomparsa da poco più di un giorno e per ritrovarla si erano attivati in tantissimi. Lei, Brunilde Pace, una maestra ormai in pensione da circa 10 anni, amata e benvoluta da tutti, era sparita da Nazzano, il piccolo Comune in provincia di Roma dove viveva. Si era allontanata a bordo della sua auto e aveva fatto perdere le sue tracce, facendo preoccupare tutti. La donna, di 74 anni, infatti, pur essendo in buone condizioni fisiche, secondo l’appello diramato “poteva essere in stato confusionale”.

Sparita il giorno prima a bordo della sua auto

Si era allontanata a bordo della sua auto, una Ford Ka nera, senza dire dove si stava dirigendo. Quando non aveva fatto ritorno a casa, dopo qualche ora, i familiari avevano capito che c’era qualcosa che non andava e avevano lanciato l’allarme, temendo il peggio. Era quindi stato diramato un appello disperato, attraverso il quale si chiedeva a tutti di aiutare nella ricerca della donna: «È alta circa 1,50m, corporatura esile, capelli castani, occhi verdi. Aiutateci a trovarla».

Ma stamattina i peggiori timori sono stati confermati. Un abitante della zona ha notato la Ford Ka abbandonata ai margini del Tevere, in località porto di Nazzano e subito dopo un paio di scarpe ed ha avvisato le forze dell’ordine. Sul posto sono arrivati i vigili del fuoco e i carabinieri.

Il ritrovamento nel Tevere

Questa la nota diffusa dall’Anvvfc Valle del Tevere dopo il ritrovamento della maestra.

Nella tarda mattinata di oggi, si sono concluse le operazioni di ricerca della maestra Brunilde Pace, da ieri scomparsa dopo il ritrovamento della sua autovettura nei pressi dell’approdo sul Fiume Tevere, nel comune di Nazzano. Un luogo molto frequentato da chi trascorrere il proprio tempo libero all’aria aperta, ma che da subito ci ha visti impegnati, unitamente ai Carabinieri di Torrita Tiberina e il nucleo sommozzatori dei Vigili del Fuoco in una minuziosa battuta nei pressi del ritrovamento dell’utilitaria segnalata. Lo spiacevole ritrovamento è lo scenario che sì è presentato davanti a due dei nostri volontari impegnati a perlustrare le sponde del Tevere a bordo di un gommone. I nostri operatori, specializzati anche per il soccorso in acque fluviali, hanno rinvenuto il corpo della povera donna riverso nel fiume nei pressi della foce del Farfa. Nel dramma che ha colpito tutto il piccolo comune di Nazzano, è doveroso ringraziare il personale di questa associazione di protezione civile il quale, con alta professionalità, ha saputo gestire la situazione in un contesto dove non mancava la presenza di visitatori sul battello fluviale che ripercorre l’area interna alla Riserva Naturale Regionale Tevere Farfa. I volontari, una volta rinvenuto il corpo della donna, hanno immediatamente avvisato tutto il personale impegnato per le ricerche, Carabinieri e Vigili del Fuoco, ricevendo il loro plauso per la minuziosa ricerca e gestione del servizio. Ci stringiamo tutti in un caloroso abbraccio nel dolore ricevuto alla famiglia della Gent.ma Maestra Brunilde, cara a tutti noi…

Il Cordoglio del Comune

Anche l’Amministrazione comunale ha voluto porgere le proprie condoglianze attraverso una nota: “L’amministrazione comunale si stringe al dolore della famiglia Pace-Caserio per la perdita della cara Brunilde, per tutti la maestra Brunilde. La cara Brunilde ha accompagnato nel percorso scolastico tanti alunni e diverse generazioni con devozione e amore per l’insegnamento . Il nostro pensiero va a lei e alla famiglia”.Stessa cosa da parte del centro anziani, dove la donna era apprezzata e amata da tutti. “Il Centro Sociale Anziani di Torrita ha appreso con costernazione e dolore della morte di Brunilde Pace. Brunilde non ha mai fatto mancare il suo affetto al nostro Centro e l’appoggio alle nostre iniziative. Tutti noi siamo vicini ai famigliari ed esprimiamo le più sentite condoglianze”.

Il Corriere della Città