Home Cronaca Roma 20enne accusata di furto: ha tentato di sottrarre vestiti in 6 negozi

20enne accusata di furto: ha tentato di sottrarre vestiti in 6 negozi

0

In distinte attività, i Carabinieri della Stazione di Valmontone hanno arrestato due persone in poche ore. Si tratta di una giovane 20enne della provincia di Roma gravemente indiziata del reato di furto aggravato di capi di abbigliamento all’interno di 6 attività commerciali dell’Outlet Village, e di un 42enne di Frosinone indiziato di produzione e detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio.

A seguito della tempestiva segnalazione della vigilanza del centro commerciale, i Carabinieri sono intervenuti fermando la 20enne e una minore indiziate di aver asportato, previa rimozione delle placche antitaccheggio, alcuni capi di abbigliamento in alcuni negozi. All’interno di una borsa che avevano al seguito sono stati rinvenuti diversi capi di abbigliamento e, la perquisizione all’autovettura della 20enne ha consentito di recuperare ulteriore merce, tutta prelevata dagli espositori e non pagata, del valore di circa 500 euro. Per la 20enne sono scattate le manette per furto aggravato mentre la posizione della minorenne è al vaglio della Procura della Repubblica presso il Tribunale dei Minorenni di Roma.

Gli stessi Carabinieri della Stazione di Valmontone, a seguito di un servizio di osservazione di un’abitazione, nei pressi della quale era stato segnalato uno strano via vai, hanno deciso di eseguire una verifica notando all’interno del giardino di pertinenza dell’abitazione attenzionata, tre piante di marijuana alte circa due metri. Quando il 42enne, operaio residente a Valmontone è ritornato a casa è scattata la perquisizione con il rinvenimento di altre 4 piante in fase di essicazione e ulteriore sostanza stupefacente, già essiccata e pronta alla cessione illecita, contenuta all’interno di barattoli in vetro il cui peso complessivo è di 2,7 kg. Tutta la sostanza è stata sequestrata in attesa delle analisi di laboratorio che consentiranno di stabilire il valore del principio attivo nonché quantificare le dosi complessive.

Gli arresti sono stati convalidati e, al termine dell’udienza, l’Autorità Giudiziaria veliterna ha condannato la 20enne ad un anno di reclusione con pena sospesa e rimesso in libertà il 42enne in attesa dello svolgimento del processo.