Home Prima Pagina Rottamazione Ter e Saldo e Stralcio: come evitare sanzioni e interessi per...

Rottamazione Ter e Saldo e Stralcio: come evitare sanzioni e interessi per le rate scadute

355
0

Il nuovo Decreto Rilancio presentato il 13 maggio 2020 prevede misure di sostegno alla liquidità di imprese e famiglie colpite dall’emergenza coronavirus.

Tra i diversi provvedimenti, c’è anche una proroga al pagamento delle rare della rottamazione ter e saldo e stralcio.
Si parla come data ultima del 10 dicembre 2020 per il pagamento delle rate della pace fiscale; in principio la scadenza era fissata al 28 febbraio e poi al 31 marzo 2020 grazie al Decreto Cura Italia.

La nuova data rappresenterà il termine ultimo per i pagamenti dell’intero piano di dilazione previsto per l’anno in corso. Non saranno previsti termini di tolleranza, nemmeno i classici 5 giorni previsti dall’articolo 3, comma 14-bis, del DL n. 119 del 2018.

Per pagare il bollettino allegato alla “Comunicazione delle somme dovute” del “Saldo e stralcio” o della “Rottamazione-ter” è possibile utilizzare:

  • Il servizio “Paga online”, (disponibile sul sito e sull’APP EquiClick dell’Agenzia delle Entrate);
  • Attraverso i canali telematici delle banche, di Poste Italiane e di tutti gli altri Prestatori di Servizi di Pagamento (PSP) aderenti al nodo pagoPA;
  • Infine, È possibile effettuare il pagamento utilizzando i crediti commerciali vantati nei confronti della Pubblica amministrazione e quindi utilizzare l’istituto della Compensazione.

Per ricevere maggiori informazioni visitate il sito dell’Agenzia delle Entrate.