Home Prima Pagina Car sharing, da maggio incentivi per il servizio anche in periferia

Car sharing, da maggio incentivi per il servizio anche in periferia

Nuove linee guida per il servizio di car sharing su Roma; maggiori incentivi per promuovere il servizio nelle zone meno servite della Capitale.

49
0

Arriveranno in primavera le nuove linee guida sullo svolgimento dei servizi di sharing proposti dal Campidoglio. Tra le novità principali, sconti sul canone per gli operatori che opereranno nelle aree periferiche di Roma e nuovi parcheggi dedicati esclusivamente al servizio.

I gestori dovranno garantire standard minimi di servizio, con un’area di copertura ben definita e un numero fissato di veicoli componenti la flotta. La sindaca Virginia Raggi ha dichiarato che le nuove linee guida introducono un quadro di regole chiaro e strutturato per incentivare l’uso di questo sistema di trasporto sostenibile e alternativo all’auto privata. Per rendere il servizio più flessibile sono state introdotte tariffe agevolate per chi sarà in grado di espandere la propria area di operatività anche in periferia fino ad azzerare il canone per chi includerà le zone più esterne.

Saranno previste anche aree di sosta riservate al car sharing sui nodi intermodali, come i parcheggi di scambio, stazioni metro e treni e anche in zone centrali per agevolare gli utenti. La giunta comunale ha dato ulteriori indicazioni per l’individuazione di “isole della mobilità”, ovvero aree dedicate ai diversi servizi di mobilità sostenibile includendo anche scooter, biciclette, monopattini e colonnine di ricarica elettrica.

Tutte le nuove linee guida approvate in giunta entreranno in vigore a maggio, ad eccezione di quella relativa al numero minimo di veicoli previsto per ciascun gestore, che diventerà obbligatorio a partire dal 1° gennaio 2021.