Si sporge troppo dalla giostra e cade a terra: tragedia al Luna Park

Un ragazzo di trentotto anni è caduto da una giostra al luna park durante una festa. Si trova in condizioni critiche all’ospedale

Una festa che rischia di trasformarsi in tragedia. Un dramma che si è consumato in pochi istanti davanti agli occhi increduli di numerose persone. A Frosinone, durante una festa organizzata nel centro della città, un ragazzo di trentotto anni è caduto da una giostra: è stato ricoverato in ospedale e ora si trova in condizioni critiche.

Dramma al Luna Park. Un ragazzo di 38 anni è caduto da una giostra – Roma.Cityrumors.it

Un incubo che si è materializzato in pochi istanti. A Frosinone erano in corso i festeggiamenti per il Santo Patrono e alle spalle della chiesa de Sacro Cuore, in Piazza Salvo d’Acquisto, erano state organizzate delle giostre e delle bancarelle. La tanta gente accorsa si stava divertendo e l’atmosfera era serena e gioiosa. Poi, all’improvviso, intorno alle ore ventidue e trenta, il dramma. Un ragazzo è salito su una giostra: una di quelle che vengono spesso montate nelle feste di paese.

La struttura era dotata di un seggiolino attaccato con due catene ad una ruota orizzontale che una volta avviata, le fa ruotare in maniera veloce. Secondo una prima ricostruzione effettuata dai Carabinieri, arrivati sul posto, il trentottenne si sarebbe sporto troppo dai cosiddetti “seggiolini volanti”: ha perso l’equilibrio ed è caduto a terra con estrema violenza. L’impatto è stato terribile. Il ragazzo ha sbattuto la testa ed ha perso conoscenza. L’eliambulanza che da Latina avrebbe dovuto trasferirlo in un centro più attrezzato non era disponibile ed il paziente è stato trasferito allo Spaziani. È in coma. La sua prognosi è riservata.

Dramma familiare a Frosinone: la terribile ricostruzione

La caduta del ragazzo di trentotto anni dalle giostre non è l’unico episodio di cronaca accaduto ieri a Frosinone. A due passi dal capoluogo di provincia laziale si è infatti consumato un incredibile dramma familiare. Un episodio di violenza che ha sconvolto la località di Castelmassimo, piccolo borgo del comune di Veroli. Un uomo di settantacinque anni è stato ucciso, colpito dai colpi di pistola sparati dal proprio vicino di casa. La situazione è degenerata a causa di incomprensioni per motivi futili.

Uomo trovato morto in un dirupo
I carabinieri sono intervenuti per cercare il fuggitivo (Ansa Foto) Roma.Cityrumors.it

Ad essere colpito è stato anche il figlio dell’anziano. L’uomo, di cinquantaquattro anni ha cercato di difendere il padre e fermare il vicino. Ora lotta tra la vita e la morte nell’ospedale di Frosinone dopo essere stato gravemente ferito dai colpi di arma da fuoco sparati dal nipote. Secondo le prime ricostruzioni dei carabinieri del Reparto Operativo di Frosinone.

Secondo una prima ricostruzione, il dramma si sarebbe consumato a causa di un litigio per motivi legati al parcheggio. Alcune auto ostruivano il passaggio attraverso il quale all’alba il vicino sarebbe dovuto rincasare, al termine del turno di notte come guardia giurata. Tra i due sarebbe scaturita una lite furente, che è degenerata, portando alla morte del pensionato. La vittima è  Silvio Scaccia di 75 anni, mentre è rimasto ferito in maniera molto grave il figlio Mariano Scaccia di 47 anni, avvocato del Foro di Frosinone. A fare fuoco è stato un loro vicino di casa, Alessandro Dell’Uomo, di 40 anni.

Spari contro il padre e il nonno

La tensione è cresciuta fino a quando il nipote, per ragioni ancora da chiarire, ha estratto un’arma da fuoco ed ha fatto fuoco sul nonno e sul padre: ha ucciso l’anziano e ferito in modo critico il figlio della vittima.  Sconvolto dall’accaduto, il giovane  è fuggito nelle campagne circostanti, apparentemente con l’intento di togliersi la vita. Tuttavia, dopo una breve caccia all’uomo, i carabinieri sono riusciti a individuarlo e a bloccarlo, portandolo in caserma per gli accertamenti del caso. L’aggressore, secondo una prima ricostruzione, è una guardia giurata, ma l’arma utilizzata per il delitto non risulta essere quella di servizio e non risulta nemmeno denunciata.

Mariano Scaccia gravemente ferito, è stato trasportato d’urgenza all’ospedale Spaziani di Frosinone, dove è stato sottoposto a un intervento chirurgico. Le sue condizioni sono riservate e il personale medico lotta per salvargli la vita. La tragedia ha sconvolto l’intera comunità di Castelmassimo,

Impostazioni privacy