I medici lanciano l’allarme: “La pioggia di sabbia è pericolosa”. C’è un modo per difendersi

Da diversi giorni a questa parte, le piogge di sabbia stanno colpendo la capitale, lasciando sulle vetture una patina giallastra. I medici lanciano l’allarme: “E’ dannosa per la nostra salute”. 

Avete notato sulla vostra macchina quella fastidiosa patina sabbiosa e giallastra che ha colorato i tetti e i vetri? Niente paura: si tratta della ormai arci nota tempesta di sabbia che da giorni sta imperversando sulla città. Le conseguenze sono evidenti: Roma si è trasformata in un piccolo deserto del Sahara, con le vetture piene di sabbia.

La tempesta di sabbia si è abbattuta sulla capitale – Roma.Cityrumors.it

Se non esiste alcun tipo di preoccupazione per la salute delle nostre automobili (basta passare all’autolavaggio per eliminare il problema) non bisogna invece sottovalutare il pericolo che questo tipo di problema può portare al  nostro organismo.  Questa polvere sottile, trasportata dal vento dal continente africano, è stata al centro di numerosi studi scientifici che ne hanno evidenziato gli effetti negativi su di noi. 

L’arrivo della sabbia del Sahara a Roma rappresenta un nuovo problema di inquinamento atmosferico che sta causando crescente preoccupazione tra i residenti della Capitale. Già da diverse settimane, le previsioni meteorologiche avevano annunciato il ritorno di questo fenomeno naturale, che ciclicamente interessa la città durante la primavera e l’estate. I cittadini sono ormai abituati a fare i conti con la sabbia che arriva in città e che si deposita sulle nostre macchine e sui vetri delle nostre abitazioni. Il forte vento proveniente dal deserto africano ha riportato la sabbia non solo nella capitale, ma anche in diverse località del Lazio, diffondendola ampiamente sul territorio capitolino. Questo fenomeno naturale, che si verifica ciclicamente, sta dunque mettendo a dura prova la popolazione romana, costretta a convivere con un nuovo fattore di inquinamento e a fronteggiare i rischi per la propria salute.

Pioggia di sabbia, perchè fa male alla salute

Gli esperti hanno infatti lanciato l’allarme: secondo i medici, l’inalazione di questi granelli di sabbia può provocare fastidiose infiammazioni a carico delle vie respiratorie, con un netto incremento dei casi di tracheite registrati nella città di Roma. Il professor Francesco Lombardi, pneumologo del Policlinico Gemelli, ha sottolineato nei giorni scorsi la necessità di adottare adeguate misure di protezione per salvaguardare la salute dei cittadini, soprattutto in questo particolare periodo dell’anno.

I tettucci delle vetture pieni di sabbia – Roma.Cityrumors.it

L’arrivo della sabbia sahariana coincide con elevati livelli di particolato fine e ultrasottile disperso nell’aria a causa di combustioni industriali, traffico veicolare e riscaldamento domestico. Questa miscela di polveri minerali e particelle inquinanti rappresenta una sfida significativa per il nostro sistema respiratorio, poiché può penetrare profondamente nei polmoni, causando irritazione e infiammazione delle vie aeree. L’impatto negativo sulla salute non si limita solo alle vie aeree, ma può ripercuotersi anche su altri organi e apparati. Le polveri fini, una volta inalate, possono infatti diffondersi nell’organismo, raggiungendo il torrente circolatorio e potenzialmente causando effetti sfavorevoli a livello cardiovascolare e sistemico.

Pioggia di sabbia, come proteggerci?

Di fronte a questo scenario, la popolazione come può difendersi? Gli esperti hanno regalato una serie di consigli utili su come provare a limitare i danni e non inalare le particelle di sabbia che possono essere particolarmente negative per la nostra salute. Il principale, ci riporta indietro nel tempo ad uno dei momenti più difficili dal punto di vista medico: il Covid. In qei mesi fummo obbligati ad indossare le mascherine (le famose FFP2) per evitare di andare a contatto con il virus. Anche in questo caso i medici ci consigliano di utilizzare a nostra tutela le mascherine FFP2 o FFP3 per non assorbire le particelle di sabbia.

I medici consigliano l’utilizzo di mascherine in caso di tempesta di sabbia – Roma.Cityrumors.it

Secondo gli esperti non è necessario portarle sempre con noi, ma sarebbe consigliabile indossarle se ci troviamo nel bel mezzo di una tempesta di sabbia. La mascherina ci consente infatti di non inalare le particelle che possono recare danni al nostro organismo.

Impostazioni privacy