Home Dress for Success Rome NET Dress for Success Rome: il primo webinar dell’anno è con Gian Luca...

Dress for Success Rome: il primo webinar dell’anno è con Gian Luca Caruso

0

Mercoledì 6 gennaio, giorno dell’Epifania, Dress for Success Rome ha inaugurato il programma annuale delle attività formative proponendo sulla propria pagina Facebook il webinar di dizione gratuito “Voce per il successo: allena la tua voce per superare i colloqui”, tenuto da Gian Luca Caruso, doppiatore cinematografico, voice coach, narratore di documentari e speaker pubblicitario dalla carriera ventennale.

Gradito ai numerosi follower e con migliaia di visualizzazioni, il primo evento online targato 2021 dalla filiale romana di Dress for Success è stato dedicato all’utilizzo della voce come strumento espressivo fondamentale anche nell’ambito del colloquio di lavoro.

Saper comunicare in modo efficace attraverso il linguaggio parlato, infatti, non riguarda soltanto chi, più spesso di altri, fa specifico uso della voce nella propria professione. Se speaker, attori, avvocati, politici, presentatori, insegnanti, manager sono “costretti” a parlare quotidianamente e nel migliore dei modi secondo le proprie esigenze professionali, moltissimi altri possono imparare a farlo per altri fini, come, per esempio, risultare il più possibile convincenti e padroni di sé a un colloquio di selezione, con buone probabilità di assicurarsi il lavoro sperato. Perché questo avvenga, però, è necessario entrare in possesso di una serie di conoscenze teoriche e pratiche – proprio quelle che Gian Luca Caruso ha esposto nel corso del webinar – oltre a munirsi di una buona dose di pazienza e voglia di esercitarsi, fino al raggiungimento dei risultati sperati.

La natura interattiva del webinar ha consentito la partecipazione degli interessati durante l’esposizione dei concetti e dei relativi esercizi da svolgere, suscitando molta curiosità, interesse e anche un po’ di stupore sui tanti aspetti della voce umana, utilizzata dai più, per buona parte della vita, in modo del tutto automatico e inconsapevole.

 Ma la voce – generata dalla vibrazione delle corde vocali tramite l’aria spinta dai polmoni verso il cavo orale – esprime e al contempo tradisce molte delle umane emozioni. Quante volte si sono sperimentate situazioni nelle quali non si è riusciti “a dire una parola” o, al contrario, si è parlato “come un fiume in piena”, suscitando nel proprio interlocutore l’effetto opposto a quello prefissato? Quante altre volte non sarà stata adeguatamente trasmessa la propria sicurezza in materia e in se stessi, semplicemente perché uno stato d’animo agitato ha preso il sopravvento? Evitare il ripetersi di simili episodi è possibile, innanzitutto, prendendo confidenza con il diaframma, la respirazione diaframmatica e candidandosi a diventare “atleti del respiro”, secondo l’espressione utilizzata da Caruso stesso.

Il diaframma è un muscolo mobile e membranoso che divide la cavità toracica da quella addominale e che si alza e si abbassa secondo l’immissione e l’emissione dell’aria, particolarmente sollecitato quando si ride intensamente, si sbadiglia o si piange. Nella respirazione diaframmatica l’inspirazione è più breve dell’espirazione, al contrario della respirazione normale, o toracica. Governare il flusso d’aria adottando la respirazione diaframmatica, significa lasciarlo fluire all’altezza dell’addome, senza contrarre però gli addominali. Nella fase di espirazione, rispetto alla situazione opposta (più limitante, in cui si incamera aria nella parte superiore del corpo), si può avere via via un buon controllo dell’aria a disposizione, che consente di esprimere con chiarezza il discorso, nei giusti tempi e, soprattutto, facendo sì che l’interlocutore comprenda al meglio e con il giusto feedback. Questa tecnica, che inizialmente può sembrare complicata, può divenire naturale per tutti con un po’ di costanza, rendendo automatico “appoggiare la voce sul diaframma”, secondo il gergo teatrale, anche ai non professionisti. Inoltre, contribuisce a ridurre ansia e stress, aiutando la concentrazione. Indispensabile, insieme ad essa, acquisire i rudimenti della fonetica e della dizione, grazie alle quali possono essere rimosse errate modalità di pronuncia e fastidiose inflessioni dialettali, dando particolare gradevolezza e carattere al fluire del parlato.

In merito alle numerose regole della dizione, a ispirare Gian Luca Caruso sono state le stesse persone collegate alla diretta, di varia provenienza regionale ma anche di origine straniera, cimentatesi con entusiasmo e attenzione nel corso degli esercizi proposti. Dalla distinzione degli accenti per definire i semplici suoni vocalici italiani (aperto e chiuso, in riferimento alle vocali E, O) alle regole per la pronuncia delle consonanti più complicate e delle loro eccezioni, dagli esercizi dedicati all’articolazione passando per la divertente lettura degli scioglilingua più noti e insidiosi, non c’è stato punto fondamentale di questo affascinante aspetto della nostra lingua che non sia stato toccato, in circa tre ore di diretta. Un lasso di tempo sufficiente a capire che la voce può diventare davvero un invitante biglietto da visita, padroneggiando la quale ci si può affermare, soprattutto sul piano professionale, avendo a disposizione spesso pochissimi, decisivi minuti.

La registrazione del webinar è presente sulla pagina Facebook di Dress for Success Rome. Per tutti gli approfondimenti sull’attività di Gian Luca Caruso, è possibile visitare il sito internet carusospeaker.it e la pagina Facebook Caruso speaker – Impara a parlare con la Voce che hai sempre sognato.

Dunque, un bel respiro, appoggiate la voce sul diaframma e…in bocca al lupo per il prossimo colloquio!