Tempesta sulla capitale, romani in difficoltà: cosa sta succedendo in città

Momenti di tensione in città: i romani si sono svegliati in una situazione di enorme difficoltà: ecco cosa sta accadendo nella capitale

Come se non bastasse il traffico, gli scioperi (oggi si fermeranno i tassisti in tutta Italia) e le manifestazioni (tassisti e rappresentanti delle forze dell’ordine oggi saranno protagonisti di presidi) che stanno condizionando non poco la viabilità all’interno della capitale, i cittadini romani hanno dovuto fare i conti anche con una tempesta di sabbia.
Dalle prime ore del mattino di ieri (situazione che si è verificata anche oggi), milioni di romani hanno avuto a che fare con uno scenario incredibile. Macchine piene di sabbia e uno scenario simile a quello del Sahara.

Cosa sta succedendo in città. Problemi per i romani – Roma.Cityrumors.it

Lo spettacolo che si è manifestato davanti agli occhi di migliaia di romani, che stavano iniziando la loro giornata muovendosi per andare al lavoro, o tornando a casa dopo un turno di notte, è stato clamoroso. Le vetture si erano riempite di sabbia, così come il manto stradale. “E pensare che avevo appena pulito la macchina” , la battuta di un romano su X , l’ex Twitter. Ma come si formano queste tempeste di sabbia? Quali sono le conseguenze per la salute dei cittadini?

La tempesta di sabbia: da dove nasce e come si manifesta

La polvere ocra che riempie le strade e le carrozzerie delle nostre autovetture, si forma attraverso lo scirocco. Un fenomeno che solitamente tende a ripetersi nelle stagioni di transizione come la primavera e l’autunno, quando le temperature si prestano a situazioni di questo tipo. La quantità di polvere che arriva dal deserto è maggiore in questi giorni rispetto a quanto accade solitamente in estate e provoca fenomeni di questo tipo. Tra ieri e oggi, si è verificata una precipitazione di sabbia che ha superato i mille microgrammi per metro quadrato.

Questo tipo di fenomeno ha origini antiche. Il primo caso colpì la Germania intorno al 1901 e venne definito con il nome di pioggia di sangue. La sabbia è in grado di arrivare in Europa sfruttando un sistema di bassa pressione che caratterizza generalmente le regioni più secche come la Francia e la Spagna, dirigendosi verso il bacino del Mediterraneo.

La capitale si è svegliata ricoperta dalla sabbia. Problemi in città – Roma.Cityrumors.it (Frame Youtube)

Gli esperti stanno spiegando che tipo di materiali si nascondono in queste polveri che arrivano dal deserto. Si tratta principalmente di quarzo solfati, silicati ferro e altri materiali. Le riviste specialistiche hanno cercato di spiegare nel dettaglio la consistenza di queste polveri. Secondo Microbiology, ci sarebbero alcuni microbi portati dalle polveri sahariane fin sul ghiacciaio del Monte Bianco. Polveri che, secondo i biologi hanno la possibilità di comporre le PM10, definite come particelle sottili che non superano una grandezza di dieci micrometri. Riescono a entrare nelle prime vie aeree, ecco perché – per evitare irritazioni – si chiede soprattutto alle persone più a rischio (anziani, bambini, asmatici, chi soffre di problemi cardiovascolari o respiratori più in generale) di evitare di uscire nei momenti di picco o di indossare la mascherina Ffp2, quella che permette un filtro maggiore

Impostazioni privacy