Edifici scolastici degradati: i genitori potranno intervenire nella riqualificazione

La delibera del consiglio del Municipio II

78

Il Consiglio del II Municipio ha stabilito che “I genitori e i cittadini attivi nel II Municipio da oggi possono contribuire alla riqualificazione delle scuole del territorio».

In passato, gli abitanti della zona avevano già preso spontaneamente tale iniziativa ma da oggi i loro interventi saranno regolamentati.

Il municipio ha precisato che “Gli interventi dei volontari  non si intendono come sostitutivi di quelli di competenza dell’amministrazione municipale ma sono diretti alla conservazione, alla riqualificazione e alla valorizzazione dei beni comuni della scuola, ferme restando le responsabilità di manutenzione ordinaria e straordinaria delle istituzioni preposte”

«Un risultato importante che intende valorizzare le scuole come luoghi di aggregazione e di incontro nel territorio. Un provvedimento che va incontro all’esigenza di informazione e partecipazione delle famiglie e delle scuole che hanno chiesto più volte di intervenire in tal senso. Una risposta all’idea di una scuola autonoma che si apre alla cittadinanza e crea un presidio di impegno civico dove tutti contribuiscono ai beni comuni» commentano l’approvazione della delibera la presidente del Municipio Francesca del Bello e l’Assessore alle politiche educative Emanuele Gisci. Sono stati 15 i voti favorevoli tra cui 14 della maggioranza e uno dell’opposizione hanno licenziato il provvedimento che «è arrivato dopo un lungo periodo di confronto», fa sapere Gisci e ha interessato «tutta la comunità scolastica, a partire dai dirigenti fino agli insegnanti e ai genitori, e le istituzioni competenti del Municipio».

Un lavoro che non sarebbe stato possibile, aggiunge l’Assessore, «senza l’impegno e la passione della Commissione scuola» ma anche  «del presidente del Consiglio Valerio Casini che ha favorito la discussione e la votazione del documento».

«Con il regolamento approvato oggi – fanno sapere Carlo Manfredi e Paolo Leccese, rispettivamente capogruppo del Partito Democratico e della Lista Civica – si sistematizza e si sostiene il lavoro di collaborazione e di volontariato sociale da parte dei cittadini attivi nelle scuole. Ma soprattutto si mettono in circolo energie nuove: le professionalità e le esperienze di tante persone di buona volontà che intendono collaborare a migliorare la scuola: una delle istituzioni centrali della nostra comunità dove nasce e si realizza il futuro».