Formello: grande successo per il convegno organizzato da Ivana Minguzzi “I Ruspoli e il Castello di Vignanello”

Presenti al tavolo dei relatori la principessa Claudia Ruspoli, lo storico Giorgio Felini e l'Ambasciatore Vincenzo Prati

915
La principessa Claudia Ruspoli e l’ambasciatore Vincenzo Prati

Si è svolto ieri sera a Formello, presso Palazzo Ghigi, un evento culturale organizzato da Ivana Minguzzi dal titolo “I Ruspoli e il Castello di Vignanello”. Presenti, al tavolo dei relatori, la principessa Claudia Ruspoli, lo storico Giorgio Felini e il mediatore della serata Ambasciatore Vincenzo Prati. Dopo una breve introduzione da parte dell’Ambasciatore Prati, ha preso la parola la principessa Claudia Ruspoli, che ha ripercorso la storia della sua famiglia sin dalle origini fino a giungere ai giorni nostri, raccontando anche interessanti aneddoti di quando era bambina.

Il Castello Ruspoli di Vignanello (VT), situato nel centro storico del paese della Tuscia, fu ricostruito intorno al 1500, voluto da Beatrice Farnese e dal genero Sforza Marescotti, con saloni ricchi di storia e di leggende.

Fu nel 1611, racconta la principessa Claudia Ruspoli, che Ottavia Orsini, figlia di Giulia Farnese e Vicino Orsini, fondatore del Sacro Bosco di Bomarzo, decise di realizzare quel giardino che ancora oggi rimane il fiore all’occhiello del castello, facendolo apparire come uno degli esempi più prestigiosi di giardino all’italiana.

La principessa Ruspoli racconta anche di come nell’ultimo anno siano cambiati gli obiettivi nella gestione del Castello, grazie alla presenza del nipote trent’enne, che descrive come “un giovane ragazzo molto competente, con una gran voglia di fare” e con il quale si trova in perfetta sintonia, stante la medesima mentalità.

Molto interessante anche l’intervento del Professore Giorgio Felini, che ha illustrato con dovizia di particolari e competenza alcune lastrine inerenti la storia del Castello e della famiglia Ruspoli sin dal 1538, anno dell’assassinio del Conte Sforza Marescotti.

Nell’archivio vaticano, riferisce il Professore, i faldoni riguardanti la famiglia Ruspoli sono più di mille, ciascuno contenenti circa 300 fogli”.

Il Professore ha raccontato anche di quando, nel novembre 1725, Papa Benedetto XIII andò in visita a Vignanello per consacrare la nuova chiesa parrocchiale, fatta edificare da Francesco Maria Ruspoli ed ha terminato il suo intervento con una dettagliata descrizione delle onorificenze di Alessandro Ruspoli (1869 – 1952), Principe di Cerveteri, Marchese di Riano, 12° Conte di Vignanello e Gran Maestro del Sacro Ospizio.

#vignanello  #ruspoli