Home Cronaca Roma Raccolta differenziata Porta Porta, Basta cassonetti nelle strade! TUTTI I ROMANI SPERANO...

Raccolta differenziata Porta Porta, Basta cassonetti nelle strade! TUTTI I ROMANI SPERANO DIVENTI REALTÀ’ SU TUTTA LA CITTA’

153
0
La Raccolta differenziata Porta Porta che implichi la ben augurata rimozione dei cassonetti dalle strade, evidentemente non è ancora realtà su tutta la città di Roma ma atti di vandalismo invece si!
Vandalismo che parte da un abuso incivile delle postazioni accumulando fino all’inverosimile ogni genere di rifiuti anche pericolosi, fino ai pericolosissimi incendi.

AmaRomaRaccoltaPortaAPorta

La Presidente del Municipio VII Monica Lozzi, esausta ma risoluta, lamenta questa mattina su Facebook il vandalismo recidivo per i fuochi appicati nei cassonetti della spazzatura come se fosse ormai un “disegno criminoso ben preciso e strutturato”;

è un fenomeno che si verifica da tempo, ad aprile dell’anno scorso ricorda la Presidente ” l’arresto di un giovane di 25 anni per l’incendio di alcuni cassonetti aveva generato un clima di diffuso entusiasmo.” così come, ricorda ancora Lozzi “Pochi giorni fa, stesse scene di giubilo per il fermo di un uomo di 46 anni e stesse frasi entusiastiche: ‘Finalmente preso il piromane dei cassonetti!’ salvo poi scoprire nei giorni seguenti che il problema non era stato affatto risolto.”

Altri cassonetti sono stati bruciati, altre macchine seriamente danneggiate, gas probabilmente tossici rilasciati nell’aria.
Certo è che se non ci fossero non si correrebbe il rischio che qualche delinquente gli dia fuoco.
Certo è che sarà anche una bella prova di dimostrazione e collaborazione civile per tutti i cittadini per la differenziazione nonché gestione casalinga dei propri rifiuti.

IlServizioAMAnellatuaZona

Portavoce della collettività la Presidente denuncia quanto sia gravata da danni economici rilevanti in particolare quando il problema si è ripetuto per ben 270 volte, ossia circa il 50% di tutti gli episodi avvenuti nell’intera Capitale – denuncia la Presidentessa del Municipio VII, “ritengo – afferma –  sia giunto il momento di considerare la situazione in tutta la sua gravità e non più come l’azione solitaria di pochi delinquentelli.”
e conclude “I pesanti danni subiti da auto, moto e negozi, il persistere delle carcasse dei cassonetti in strada per lunghi periodi, il netto peggioramento del servizio di raccolta rifiuti dovrebbero farci riflettere non solo sulla complessità del problema, ma anche sulla necessità di affrontarlo in maniera differente, con un’attenzione e uno spirito diversi”