Home News Coppa Italia, la Lazio vince ai rigori

Coppa Italia, la Lazio vince ai rigori

168
0

Dopo 120′ minuti e una partita in cui succede di tutto è la Lazio, meritatamente, a passare il turno e ora sfiderà il Milan in semifinale.

Migliore in campo dell’Inter sicuramente Semir Handanovic che salva i suoi in diverse occasioni. Nel primo tempo effettua una gran parata sulla girata di sinistro di Immobile. L’Inter nel primo tempo costruisce pochissimo ed esce tra i fischi del pubblico.

Nella ripresa il copione cambia poco. La Lazio attacca e Handanovic tiene in piedi la baracca. Al 52′ vola prima sul destro a giro di Luis Alberto e dieci minuti più tardi sulla bomba da fuori di Immobile. Nell’Inter ci prova Candreva ma da due passi spara clamorosamente alto. Al 90′ splendido contropiede della Lazio, Immobile serve Caicedo che a tu per tu col portiere calcia ma Handanovic si distende sulla sinistra e mette in corner. Passa un giro di orologio e ancora il portiere sloveno salva con l’ennesima prodezza sul tiro di Immobile. L’ultima occasione dei novanta minuti è per l’Inter: palla stoppata in area da Politano che calcia, Strakosha respinge, la sfera arriva a Lautaro che a porta vuota mette alto. Al 94′ viene allontanato Inzaghi per potreste.

I gol arrivano nei supplementari. Al minuto 108′ doppio scambio Caicedo-Immobile, il tiro di quest’ultimo viene deviato e batte Handanovic. Al 117′ l’arbitro espelle Asamoah per un brutto fallo su Milinkovic ma l’arbitro, richiamato dal VAR, ci ripensa e ammonisce l’ex Juve. L’inter non riesce a sfondare ma al 123′ arriva un calcio di punizione dal limite per fallo di Milinkovic su D’Ambrosio. Il VAR anche in questo caso corregge Abisso e trasforma la punizione in calcio di rigore. Dagli undici metri va Icardi che porta la partita ai rigori.

Ai rigori la spunta la squadra di Inzaghi, che si può permettere anche l’errore di Durmisi. Per i nerazzurri sbagliano prima Lautaro e poi l’ex Roma Nainggolan. L’ultimo rigore spetta a Leiva che non sbaglia e manda i suoi in semifinale.