Home News SERIE A, La Roma cade anche a Bologna, poker della Lazio.

SERIE A, La Roma cade anche a Bologna, poker della Lazio.

62
0

Continua la crisi della Roma che regala i primi tre punti al Bologna, autore comunque di una buona partita. Qualche cambio nell’11 giallorosso rispetto alla partita del Bernabeu, Di Francesco da’ spazio a Marcano al posto di Kolarov, centrocampo tutto italiano con Cristante-De Rossi-Pellegrini, davanti ancora Dzeko affiancato da Kluivert e Perotti. Anche Inzaghi stravolge la squadra, in difesa gioca Calabresi, novità Svanberg a centrocampo.

Il Bologna riesce a non farsi schiacciare e al momento giusto passa in vantaggio grazie al gran gol di Mattiello. La Roma non riesce a reagire e ad inizio ripresa subisce il secondo gol firmato da Santander che si sblocca in questo campionato. Nel tempo rimanente i giallorossi non riescono ad accorciare le distanza ma è addirittura la squadra di casa ad andare vicina al tris. Finisce 2-0 il match del Dall’Ara con la Roma contestata dai propri tifosi.

Scenario completamente diverso per l’altra squadra della capitale. La Lazio di Inzaghi batte 4-1 il Genoa nello splendido pomeriggio dell’Olimpico. Il tecnico biancazzurro opta per Caicedo vicino ad Immobile al posto di Luis Alberto e l’attaccante dell’Ecuador ripaga la fiducia segnando il gol che sblocca il risultato. Tutto facile per i padroni di casa che al 23′ raddoppiano con Immobile che con il sinistro insacca il pallone servitogli da Parolo.

Ad inizio ripresa un pasticcio della difesa permette a Piatek (5°gol in Serie A) di accorciare le distanze. Ma è il ritrovato Milinkovic-Savic a ristabilire il doppio vantaggio. Poco prima della fine del match arriva la doppietta di Immobile che ribatte in rete dopo la parata di Marchetti su Correa e la Lazio cala il poker.

Le due squadre arrivano al turno infrasettimanale con lo stato d’animo completamente opposto. La Lazio andrà ad Udine contro la squadra di casa che arriva da una bella vittoria contro il Chievo. I Giallorossi avranno un impegno più agevole per provare ad uscire dalla crisi dato che all’Olimpico arriva il neopromosso Frosinone.