Omicidio Maria Tanina Momilia: De Filippis era l’amante della donna

L'ha uccisa perché la donna non voleva chiudere la storia, per lui diventata insostenibile.

1.232

Andrea De Filippis ha confessato. Tra lui e Maria Tanina Momilia vi era una relazione.

“L’ho uccisa perché la relazione era diventata insostenibile. Me ne dovevo liberare. Non voleva che la lasciassi“. Questa è la motivazione che dato ai Carabinieri di Ostia e alla Procura di Civitavecchia.

Secondo il suo racconto,  l’uomo ha soffocato la donna con un sacchetto di plastica, quindi l’ha colpita con un peso della palestra per poi caricarla nell’auto e gettarla successivamente nel canale dell’Isola Sacra.

Ora è da determinare la tipologia  di relazione che c’era tra i due. Secondo quanto riferisce De Filippis i due erano amanti, una relazione che lui non sosteneva più. Il loro rapporto, però, non risulta invece al marito di Maria Tanina, Daniele Scarpati che si fidava di Andrea De Filippis: “Era un amico. Uno di famiglia”, dice, sconvolto da quanto appreso.

 

“Con lui ci sentivamo spesso, mi scriveva, anche per andare a prendere una birra insieme. Era l’insegnante di karate di mia moglie e dei miei figli, in pratica gli avevo affidato la mia famiglia. Anche perché era poliziotto. Mi fidavo, gli chiedo anche consigli. È stata una pugnalata al cuore”. Secondo Scarpati, i due erano amici e si sentivano ogni mezz’ora. Poi da quella domenica si è accorto che qualcosa non andava. Per due ore non si sono sentiti. Lui è stato uno dei primi a ricevere la telefonata da parte di Scarpati che gli chiedeva se avesse notizie della moglie. Ma lui ha detto di no e lo ha liquidato dicendo che sarebbe dovuto andare al cinema con un amico.