Dopo una lite tenta di uccidere il cugino

Arrestato un 23enne brasiliano. Il ferito si trova ricoverato nel reparto di rianimazione.

29

Una lite violenta tra parenti per un apprezzamento di troppo. E’ ciò che è successo ieri pomeriggio, intorno alle 14:15 in via Al Sesto Miglio, in zona Tomba di Nerone.

Il fatto è avvenuto in un appartamento. Secondo una ricostruzione degli agenti del Commissariato Flaminio Nuovo giunti sul posto, un brasiliano di 23 anni ha aggredito un suo cugino di secondo grado e lo ha colpito con un cacciavite appuntito perché ha fatto un apprezzamento di troppo su sua sorella. Da lì è scattata la lite tra i due ragazzi, quindi l’aggressione.

Il ferito è in gravi condizioni. E’ stato trasportato in codice rosso all’ospedale San Pietro ed ora è ricoverato  nel reparto di rianimazione. Dopo l’accaduto il 23 enne è fuggito e si era rifugiato a Capena, presso casa di un amico. La Polizia, però, lo ha rintracciato e lo ha arrestato   con l’accusa di tentato omicidio.