Scontro a Casal Bruciato tra Fascisti e antifascisti

Strade chiuse dai blindati della Polizia per evitare incontri.

56

Questa mattina gli animi a Casal Bruciato erano piuttosto tesi. Due manifestazioni contraddistinte in scontro: da una parte la manifestazione, organizzata ed autorizzata, di Casapound in piazza Riccardo Balsamo Crivelli, contro i rom e l’insediamento di via Tommaso Smith. Dall’altra, a poche centinaia di metri, la manifestazione organizzata dalle realtà di sinistra.  “Fuori i fascisti dai nostri quartieri”, hanno detto al megafono.

Gli abitanti di Casal Bruciato si sono svegliati in mezzo a questi due fuochi. I blindati della Polizia hanno chiuso le strade per evitare che le due manifestazioni contrapposte potessero incontrarsi. Entrambi i cortei erano composti da poco più di 50 persone, ma sufficienti per richiamare la presenza delle forze dell’ordine nella zona. “Basta guerra tra poveri – sottolineano gli antifascisti -, le priorità di questo paese sono la casa e il lavoro”. “Non vogliamo campi rom in città”, dicono invece i “fascisti del terzo millennio”, sventolando il tricolore.