Sos alberi, il II Municipio : «Calamità naturale, intervenite»

Il Municipio scrive a Esercito, Prefettura e Protezione civile

161

Dopo che stamattina  è precipitato l’ennesimo albero in piazza delle Crociate, all’altezza di via Tiburtina (vicino al cimitero Verano) colpendo una Peugeot 208 in transito guidata da un uomo di 58 anni, portato in codice verde al Policlinico Umberto I, Francesca Del Bello e Rino Fabiano, presidente e assessore all’Ambiente del II Municipio (Parioli-Salario-San Lorenzo) non hanno dubbi e parlano di «calamità naturale». Serve l’intervento di Esercito, Protezione civile nazionale e Prefettura. Perché «ormai è una questione di incolumità pubblica: sono 400 gli episodi tra cadute di alberi e tronchi».  La strage del verde continua insomma: 80 gli alberi caduti tra il 2016 e il 2017, 320 nel 2018. Gli amministratori locali si appellano ai principi di adeguatezza e di sussidiarietà citati dall’articolo 118 della Costituzione e nella lettera protocollata il 18 luglio  Del Bello e Fabiano segnalano «la gravissima situazione in cui versa Roma e in particolare il II Municipio per quanto attiene la salute delle alberature stradali e nelle aree verdi» e le «ripetute» segnalazioni alla sindaca Virginia Raggi e all’assessore all’Ambiente Pinuccia Montanari sullo «stato di emergenza».