Il nuovo campo rom invade la Parrochietta

E' sempre più emergenza nomadi

1.475

Mentre l’ordinanza di sgombero del 13 luglio scorso, a firma della sindaca Raggi, sta concretizzando ogni giorno di più l’allontanamento definitivo delle 65 famiglie ancora presenti nel campo nomadi River in via Tenuta Piccirilli sulla Tiberina (per il progressivo aggravarsi delle condizioni igienico sanitarie dell’insediamento), nel XII e XI municipio, a ridosso del cimitero monumentale Parrocchietta,  ne è sorto un altro.

“Ci troviamo di fronte ad una situazione fuori controllo. L’emergenza di questi insediamenti abusivi è ormai una vera e propria emergenza.” affermano in una nota congiunta Giovanni Picone consigliere del Municipio XII e Daniele Catalano consigliere del Municipio XI. “Sono stati gli stessi cittadini a segnalarci il continuo via vai sotto al cavalcavia della Portuense, dove già in passato c’era un campo nomadi abusivo, ma mai ci saremmo aspettati di vivere la medesima scena di pochi mesi fa, e questa volta proprio alle spalle del muro perimetrale del cimitero. Tutto questo proliferare di campi in questa zona fa sì che la percezione di insicurezza resti altissima tra le persone, non è un caso che i quartieri in prossimità di campi nomadi siano colpiti maggiormente da scippi, furti in appartamento e quant’altro, oltre che generare una situazione di forte degrado dovuto anche alle attività illegali legate alla raccolta di rifiuti – concludono i consiglieri Picone e Catalano – Ancora una volta ci chiediamo cosa voglia fare il Movimento 5 Stelle su questo tema, se ancora vuole basare la propria politica sugli 800 euro a nucleo familiare, segnando di fatto una disparità di trattamento rispetto ai cittadini italiani o se vuole cominciare ad affermare alcuni principi come la legalità”.